Il significato dei sogni. Un diario in cui annotarli.

L'interpretazione dei sogni
L'interpretazione dei sogni

Interpretare un sogno non è mai cosa semplice. Si tratta di un argomento affascinante quanto complesso sul quale sono state scritte centinaia e centinaia di pagine dalle menti più brillanti della storia. Non a caso Sigmund Freud, il padre della psicoanalisi, diceva che i sogni sono la via regia che conduce all’inconscio.

 

Occorre specificare che l'interpretazione dei sogni è qualcosa di strettamente personale e che il miglior lavoro di interpretazione può essere fatto con l'aiuto di uno psicologo esperto che conosce la storia del paziente e il particolare momento che sta attraversando. 

 

E' vero, però, che è il sognatore stesso l'interprete principale e lo psicologo rappresenta una guida nella costruzione del significato.

 

Per tentare l'interpretazione autonoma, quindi, è necessario avere dimestichezza con l'argomento e le tecniche, ed è fondamentale avere delle conoscenze sulle modalità di funzionamento dell'inconscio se si vogliono fare interpretazioni che abbiano senso. Per esempio è molto utile la lettura de L'interpretazione dei sogni di Freud.

 

Ogni sogno può essere visto come un messaggio scritto in un linguaggio antico e sconosciuto che, potenzialmente, può dire molto su se stessi. A condizione che si riesca a decifrarlo.

Alcuni sogni sono più semplici da comprendere e in qualche modo si riesce anche ad immaginare quale significato potrebbero avere. Altre volte invece facciamo sogni talmente bizzarri da bollarli come privi di senso. Questo accade perché siamo abituati a ragionare nei termini del pensiero comune e quando qualcosa devia dalla logica quotidiana, diciamo dal “pensiero del giorno”, la riteniamo insignificante.

 

Uscire dagli schemi del pensiero logico comune è fondamentale quando si tenta un'interpretazione. Pensiamo al sogno ponendoci come se fossimo in un dormiveglia in cui tutto è possibile. Nei sogni il suono di una sveglia può diventare quello di una campana, un autobus può rappresentare una donna incinta, il proprio corpo può diventare una casa, un ponte una fase di passaggio... Alcune cose possono significare l’esatto contrario di quello che sembrano. Per il “pensiero della notte” non c’è logica aristotelica che tenga.

 

Per capire il significato dei sogni può essere molto utile scriverli tutti, annotarli in un diario. Occorre la costanza di dormire con un quaderno e una penna accanto al letto e di appuntarli non appena ci si sveglia, prima che arrivi il pensiero del giorno e la rimozione del ricordo del sogno. E' importante appuntare ogni dettaglio che si riesce a ricordare.

 

Per un lavoro soddisfacente, consiglio di annotare tutti i sogni (anche quando se ne fanno due o tre nella stessa notte) fatti in un determinato arco di tempo, almeno un mese, in modo da andare poi ad analizzare una serie di sogni. Questo perché un solo sogno può dare informazioni molto limitate, mentre una serie di sogni consente di inferire molte più cose, come ricorda anche Jung, uno dei più importanti analisti che il mondo abbia mai conosciuto. Trascorso il periodo di tempo deciso si potrà aprire il diario dei sogni, stavolta non per scriverci ma per leggere quanto annotato. Uno alla volta, dal primo all’ultimo, senza fretta ma senza interrompere la lettura.

 

A quel punto si possono individuare significati e tematiche comuni, lasciandosi andare alle impressioni emotive e alle immagini che affiorano.

 

Dott. Andrea Cappabianca, Psicologo Napoli